“Patterns Of Consciousness”_CATERINA BARBIERI

Il vuoto è silenzio, assenza di luce. Caterina si muove nel buio del suo laboratorio sonoro con la sicurezza di chi ha familiarità con l’ambiente e con i suoi tanti invisibili ostacoli. Gli impulsi di un oscillatore armonico eccitano lo spin di due elettroni, una rotazione sempre più vorticosa produce l’energia luminosa della partenza di “This Causes Consciousness To Fracture”, quattro flash accecanti per pupille dilatate dall’intensità del nero di fondo. Gli effetti magnetici illuminano nuove particelle via via sempre più lontane, echi lontani partecipano ad un indistinto bagliore sonoro.

La linearità di una struttura sonora geometrica, minimale e asettica fa emergere impercettibili errori casuali, glitch sonori, punti di partenza delle nuove progressioni. Errore ed evoluzione si inseguono e si intrecciano nella spirale genetica di “Information Needed To Create An Entire Body”, Caterina miscela cicli di sintetizzatori analogici e squencer fino al totale disorientamento; una caduta libera e liberatoria negli ampi e quieti spazi di “INTCAEB”, il corpo prende confidenza con lo spazio circostante, respiri profondi e solitudine; un climax effimero questo, presto perturbato da nuove variabili, nuove combinazioni. “Scratches On The Readable Surface” arriva come una pioggia elettronica battente inarrestabile, linee melodiche in strati sovrapposti a formare strutture sonore tridimensionali.

Il modello di coscienza proposto da Caterina Barbieri sembra così interamente fondato sulle proprietà quantistiche della materia, sull’impossibilità di previsione; dove l’universo intero risulta essere un’apparente rete dinamica di configurazioni di energia, non distinguibile, ma interconnessa, armonicamente e sincronicamente. Una pluralità infinita di particelle unite senza necessità di raggiungersi in quanto create raggiunte. Particelle elementari come individui, entità separate, ma anche estensioni di un’unica realtà sostanziale. “La realtà non esiste fino a che non viene osservata” (W. Heisenberg), in egual modo quanto più ci si inoltra nel suono tanto più questo appare astratto, pura potenzialità, pura coscienza consapevole di sé.

E se dunque tutta la materia prende origine ed esiste in virtù di una forza che porta una particella di un atomo allo stato vibrazionale, gli elettroni che corrono veloci nei sintetizzatori della Barbieri ci raccontano uno sconcertante viaggio nella mente, un recipiente indefinito che contiene tutto, e al di fuori del quale non esiste più nulla.

  1. This Causes Consciousness To Fracture
  2. TCCTF
  3. Information Needed To Create An Entire Body
  4. INTCAEB
  5. Scratches On The Readable Surface
  6. SOTRS
  7. Gravity That Binds

Condividi l'articolo: